La scelta…

La scelta. Eh già, proprio lei, il momento che non abbandonerà mai la vita di un fotografo, dal beginner al professionista.

È altamente probabile, infatti, che sia uno dei momenti più ricorrenti della vita di un fotografo. Bisogna scegliere la fotocamera da acquistare (reflex, mirrorless, bridge o semplice compatta), il modello tra le centinaia presenti sul mercato ma anche l’ottica da abbinare (focale fissa – zoom – macro – decentrabile – fisheye ecc.). Ma non finisce di certo qui: una volta avuto lo “strumento” tra le mani, è fondamentale scegliere il settaggio migliore per il momento o la scena da ritrarre, l’orario in cui imprimere l’immagine sul sensore per catturarne i momenti più interessanti, la scelta della distanza dal soggetto da ritrarre, dalla luce, dell’angolazione da usare fino ad arrivare alle scelte di post-produzione affinché il lavoro risulti nel nostro piccolo un “capolavoro”. Insomma, la scelta, a mio avviso è il primo passo verso la consapevolezza delle proprie capacità fotografiche ed in questo blog non si ha presunzione di veicolarla ma solo di aumentare il vostro interesse nei confronti di un mondo affascinante come quello dell’immagine.

Veniamo a noi. La prima scelta da affrontare, quella a cui non si può rimediare nell’immediato in quanto implica un dispendio economico medio-alto, è l’acquisto della prima macchina fotografica. In commercio ve ne sono di tantissimi tipi ma la nostra attenzione si focalizzerà soprattutto su due tipi di fotocamere, ossia modelli reflex (DSLR) e mirrorless. La “scelta” di prendere ad esempio solo questi due tipi di fotocamere è presto svelata… sostanzialmente ricoprono il 90% del mercato mondiale e sono considerate da tutti uno strumento professionale che permette uno sviluppo ottimale in post-produzione in quanto dotati di sistemi di memorizzazione avanzati come i formati RAW (dall’inglese GREZZO e cioè il classico negativo per le “vecchie” fotocamere analogiche) e i formati Tiff e Jpeg che permettono gli usi più disparati.

Gli altri due macro tipi, ovvero bridge e compatte, a mio avviso, sono un mercato superato e troppo limitato per tantissimi motivi che più avanti andremo a sviscerare.

Quindi mi direte, ho un gruzzoletto da spendere… cosa faccio? Reflex o mirrorless?

Beh, non per assumere atteggiamenti “politically correct” ma davvero non c’è una categoria migliore dell’altra sulla quale dirigersi… come spesso accade, la c.d. “users experience” determina cos’è meglio per una persona piuttosto che per un’altra. Certo, mi direte voi, ma dovranno pur aver differenze?! Assolutamente sì e proverò ad elencarvele cercando di non far trasparire subito la mia propensione.

Allora, una delle differenze che per prima si nota tra una reflex ed una mirrorless è il PESO, la dimensione d’ingombro, un fattore non determinante ma importante se siete un fotografo paesaggistico o da posa piuttosto che uno street photographer o reporter. Le mirrorless, in questo ambito, la fanno da padrone in quanto il loro peso, decisamente inferiore ad una reflex, permettono un uso più “comodo” quando le condizioni lo richiedono e per condizioni intendo tutte quelle che incontra ad esempio un photoreporter, abituato a confrontarsi in mille ambiti. Le mirrorless (chiamate cosi perché prive di specchio che riflette l’immagine all’interno del pentaprisma presente invece nelle reflex), è un mercato in fortissima espansione ed i sensori, sempre più performanti insieme allo sviluppo di ottiche costruite ad hoc per questo nuovo concetto di fotocamera, stanno andando ad intaccare il mercato in cui è stato egemone per decenni, il modello reflex. Sono senza dubbio il futuro della fotografia e ad oggi il passaggio da mondo reflex a mondo mirrorless è molto meno doloroso di alcuni anni fa proprio perché si sta raggiungendo l’eccellenza, soprattutto con i modelli Sony A7rII e Fuji XT-2 che vantano sensori Full Frame (pieno formato) di estrema qualità. Ma dove una mirrorless dà il meglio di sé è nell’ambito video in quanto, seppur la qualità risulti “quasi” simile ad una reflex (un esempio è la Sony A7-S), quest’ultima vanta una scelta codec video, formato video, bit-rate e risoluzioni 4K che le moderne ammiraglie reflex di Canon e Nikon (per citarne l’80% del mercato mondiale) possono sfoggiare solo negli ultimi modelli a costi esorbitanti per un beginner user.

DSLR Vs Mirrorless    DSLR Vs Mirrorless 2

A questo punto anche a me che scrivo verrebbe voglia di correre in un qualsiasi negozio di materiale fotografico ed acquistare senza alcun dubbio una mirrorless piuttosto che una reflex ma a mio avviso non è tutto oro ciò che luccica…

Con questo voglio dire che è vero che le mirrorless sembrino uno strumento moderno più adatto agli usi comuni di ognuno di noi ma ci sono alcune differenze che riequilibrano il giudizio ed in alcuni casi fanno propendere per il “vecchio” sistema reflex che dà sicuramente più garanzia sotto numerosi punti di vista. Il primo punto a cui non mi sentirei mai di rinunciare, è la possibilità di avere un numero maggiore di automatismi ed una sensibile qualità di materiali, capacità che può vantare una reflex rispetto ad una mirrorless. E’ vero, è un sistema datato ma anche molto rodato e con tecnologie più avanzate, e con il tempo anche il mondo reflex ha conosciuto il processo di miniaturizzazione, soprattutto per quanto riguarda CANON e NIKON. Un’altra grossa differenza tra reflex e mirrorless sta nell’Auto Focus (AF) e nel mirino ottico. L’AF di una reflex è a rivelazione di fase mentre su mirrorless è a contrasto quindi questo vuol dire che al momento, una reflex avrà una messa a fuoco sempre migliore e più dettagliata rispetto ad una mirrorless  sia in condizioni di scarsa luminosità che di soggetti in movimento mentre una mirrorless, basandosi su contrasti e colore farà sempre più fatica, soprattutto in condizioni di scarsa luminosità (anche se va detto che la moderna Sony a7rII sta sovvertendo questo aspetto, avvicinandosi molto alle reflex di prima fascia).

L’altro aspetto è il mirino, che in una reflex è ottico e ti permette di vedere direttamente dall’obiettivo inquadrando la scena e rispettandola quasi fedelmente mentre per le mirrorless il concetto è un po’ diverso, ovvero o non è presente il mirino e si sfrutta il display in modalità live view o se è presente, può essere di diversi tipi (diretto – ibrido ed elettronico) con le problematiche che ne conseguono in termini di rispetto fedele della scena ritratta, luci, colori, ed altro.

Un altro aspetto da non sottovalutare è la scelta delle ottiche che in un sistema “datato” come quello reflex, ti permette un vasto assortimento che spazia da quelle c.d. “tutto fare” a quelle di qualità ottima. Tante sono le case costruttrici di ottiche reflex (Canon-Nikon-Tamron-Sigma-Tokina-Yongnuo) meno, ma non di inferiore qualità, quelle per mirrorless (Zeiss-Sony-Panasonic-Fuji su tutte). Va precisato, per completezza d’informazione, che gli obiettivi reflex, soprattutto quelli di fascia alta (come la serie L Canon) possono essere montati su mirrorless con anelli adattatori ma potrebbero, in alcuni casi, far perdere gli automatismi della macchina.

Insomma, tanto ci sarebbe da dire e questi sono solo gli aspetti più evidenti delle tante differenze tra i due sistemi ma se posso permettermi una riflessione,  dico che la reflex rimarrà ancora per un bel po’, il sistema preferito dalla stragrande maggioranza dei fotografi che si confrontano con l’ambito sportivo e da sala posa in quanto vanno alla ricerca di migliori prestazioni nel campo dell’autofocus, dell’oculare, delle ottiche mentre per le mirrorless l’area di riferimento potrebbe essere il  professionista fotoreporter, paesaggistico o da street photography  in quanto la discrezione e la comodità che regalano queste fotocamere non è tutto ma in questi ambiti è tanto.

Io scelgo Reflex 😉

Nel prossimo post, inizieremo ad addentrarci nel mondo del triangolo espositivo e cioè Tempi di Scatto, Apertura del Diaframma e Valori ISO… elementi alla base della fotografia, che compongono l’esposizione e la riuscita o meno di un bello scatto.

A presto… se vi è piaciuto il post diffondetelo tra i vostri amici oppure, se  volete, aggiungete commenti/pareri. Non esitate a farlo qui in basso!!

 :-D.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...